Il doping naturale e gli ormoni della felicità:

Il Plus dell’inverno lontano dalle piste

«Benvenuti a bordo del treno regionale per Andermatt.» Si parte. La pianura lascia il posto alle montagne. Il cielo è ancora grigio, la carreggiata fangosa. Il treno attraversa la valle costeggiando il fiume Reuss. A partire dal comune Erstfeld nei prossimi 50 minuti il treno salirà per guadagnare ben 1000 metri di dislivello. Fuori diventa tutto bianco. Altri tre tornanti, un tunnel e poi si apre la valle. Siamo arrivati: Davanti a noi Andermatt – un gioiello invernale in mezzo ad un maestoso altopiano innevato. Cosa c’è di più bello che sentire l’aria fresca di montagna e vedere le cime innevate degli alberi, le montagne ricoperte di uno strato bianco ed uniforme ed i delicati fiocchi di neve che cadono soffici dal cielo? L’inverno nel comprensorio sciistico Andermatt+Sedrun+Disentis mette in risalto l’essenziale: aria fresca, libertà, vista chiara, le proprie tracce.

Il doping naturale nell’alta montagna

Il comprensorio sciistico Andermatt+Sedrun+Disentis offre tutto ciò che può desiderare un appassionato di sport invernali: 33 impianti di risalita, 180 chilometri di pista, l’innevamento garantito ed un ottimo collegamento ferroviario per tutte le direzioni. Ma ci offre anche qualcosa di più – un Plus che è meno ovvio: Quando sarete scesi dal treno, respirate profondamente e mettetevi in cammino. Camminate nella neve, passo dopo passo. L’aria cristallina ricca di ossigeno vi attraverserà il corpo e avvierà la produzione di energia cellulare. In alta quota, essendo la pressione atmosferica più bassa, diminuisce la concentrazione di ossigeno nell’aria e, per compensare, il nostro corpo aumenta la produzione dei globuli rossi. Questo meccanismo ci permette non solo di assorbire più ossigeno malgrado la bassa concentrazione nell’aria, ma anche di espirare più anidride carbonica. Tutto ciò porta ad un effetto di doping naturale. Quindi c’è pure una spiegazione scientifica per il fatto che dopo una vacanza ad Andermatt+Sedrun+Disentis uno si senta più in forma di prima.

La felicità servita su un vassoio

Tutto ciò però adesso non importa – è “schnurz” direbbero gli svizzeri. Basta soltanto sentire lo scricchiolio della neve e di tanto in tanto il gorgoglio del fiume Oberalpreuss – e nient’altro. Lasciamo indietro le orme dei nostri passi e con loro anche i pensieri di tutti i giorni. La semplice camminata da Andermatt a Nätschen, che si trova un po’ più in alto ad est, segue la strada dell’Oberalp e ciò ci farà sentire tutti gli effetti benefici del camminare: Grazie al rilascio di dopamina – l’ormone della felicità, comincerà il rilassamento meditativo e la bellezza della natura stimolerà la fantasia. Il miglior modo per iniziare le vacanze!

«Hindersi» - giù per la montagna all’indietro

Nei giorni successivi sarà opportuno godersi questo Plus di energia! Oltre allo sci, la scelta è vasta: slittini, sci di fondo e le passeggiate con le ciaspole. Ma per chi vuole più azione l’ideale è lo “Snowtubing” a Sedrun! Scendendo lungo una pista speciale, lunga 200 metri, su un grande gommone che ruota vorticosamente, facendoti scendere o in avanti o - “hindersi” – all’indietro. Per la salita c’è un comodo tapis roulant. Arrivati in cima buttatevi di nuovo sul gommone, in alto i piedi e via – stavolta anche a pancia in giù! Arriverete in fondo alla pista con la neve nei cappelli e un “Gigälä” - un grande sorriso sulla faccia! Che divertimento assurdo. Adesso però ci vuole ancora più adrenalina!

Il Plus fuoripista per gli «Schpinoggel»

Adesso andiamo a divertirci a Andermatt+Sedrun+Disentis  - in bici! Andare in bici d’inverno è per gli “Schpinoggel” – i fuori di testa? Per niente – grazie alle loro ruote grosse, andare in FatBike sulle strade innevate è sicuro come d’estate. Ma chi va in cerca di emozioni più forti può anche buttarsi giù per la pista di Disentis in FatBike. Infatti lì accendono gli impianti fuori orario solo per chi ama le ruote grosse. Per oggi però basta con l’avventura – domani un giorno di relax con lo sport di tendenza: sci di fondo.

Felicità, libertà e la gioia di vivere

Tra le piste da sci di fondo ad Andermatt+Sedrun+Disentis ce n’è una che offre di tutto: Il percorso circolare che si estende per 12 km da Sedrun fino a Dieni. Ci sono salite impegnative e discese a tutta velocità che si alternano con passaggi più rilassati. Il vantaggio è che potete scegliere voi quali tratti volete percorrere. E per il ritorno potete prendere comodamente il treno.

 

Alberi e cespugli ricoperti di brina fiancheggiano il sentiero. Scivolando attraverso il paesaggio scintillante si comincia a sentire tutto il rilassamento intenso che avete già assaggiato durante la camminata. Sentite la dopamina ed i globuli rossi scorrere per le vene. Felicità, libertà e la gioia di vivere: il Plus di Andermatt+Sedrun+Disentis.

Il Plus svizzero sostenibile

A Dieni, ad ovest di Sedrun, passiamo le rovine del Castello di Putnengia vicino ad una cresta che scende ripida e rocciosa. La torre muraria, costruita intorno al 1200, si erge ancora oggi per sette metri in altezza. In fondo valle si procede comodamente lungo il Reno attraverso boschi e campi. Diventa ancora più romantico di notte quando la pista lunga due chilometri tra Ara e Giu Mila viene illuminata.

Per finire in bellezza una vacanza in Svizzera non può mancare un’originale Fondue svizzera presso un comodo „Beizli“– un tipico locale svizzero lungo la pista. Il ristorante Ustria Campadi a Sedrun è solo uno di molti posti comodi per fare una sosta. Ad Andermatt+Sedrun+Disentis si vive e si sente il Plus con tutti i sensi. Godersi il formaggio svizzero aiuta a stimolare la produzione di dopamina – promesso! Durante il viaggio di ritorno in treno potrete addormentarvi contenti e felici. Grazie al buon collegamento, anche a casa il giorno finirà con il speciale Plus di relax di Andermatt+Sedrun+Disentis.